Sat04192014

Back BLOG Andrea Grasso - La nostra destra Genova al ballottaggio. Davvero

Genova al ballottaggio. Davvero

alt

Il 6/7 Maggio si sono svolte le elezioni amministrative in numerosi comuni d'Italia.
A livello nazionale gli occhi erano puntati certamente anche su Genova, ma principalmente su Palermo.
A Palermo si va al ballottaggio, ma si tratta di un ballottaggio che interessa Orlando (IDV) e Ferrandelli (SEL, nonchè vincitore delle primarie palermitane). Il centrodestra a palermo, oggettivamente, non poteva che fare questa fine: il PdL ne usciva distrutto dal malgoverno di Cammarata e trovare un volto, seppur giovane, come Costa non è bastato per rifarsi una verginità, mentre FLI e MPA, che inizialmente avevano le carte in regola per fare il colpaccio sostenendo Costa assieme anche al'UDC, si sono visti costretti a ripiegare su Alessandro Aricò a campagna elettorale già iniziata.
A Verona si è confermato senza difficoltà Flavio Tosi, sindaco uscente della Lega Nord e fedelissimo di Bobo Maroni. Il successo di Tosi è tutto dovuto alle sue capacità e all'ottimo lavoro che ha svolto in questi cinque anni, non certo dal consenso per il partito. Sinceramente non ho compreso la scelta di FLI di correre con il PDL, invece che sostenere Tosi( magari senza Lega e con una sua lista civica affiancata a noi). La politica dei due forni, personalemente, non l'ho mai apprezzata, ma a Verona c'erano tutte le basi per farlo.
 Penso che la buona politica venga prima dei partiti.
Nella rossa Genova colpo di scena! Si va al ballottaggio!
A Genova, complici i grillini che si attestano intorno al 13%, si va al ballottaggio tra il candidato Marco Doria, vincitore delle primarie genovesi, ed Enrico Musso, sostenuto da una lista civica di area terzopolista.
 Nel centrosinistra si conferma il solito voto di tradizione, quel 24% del Partito Democratico che, nonostante molti sostenitori di Doria lo attacchino, costituisce la più grande fonte di voti.
 Questa volta però qualcosa  si è smosso, forse la gente sta cominciando a capire che sarebbe bene cambiare, a Genova si mugugna, ma poi tutto torna sempre come prima.
Ad ogni fine mandato tutti si lamentano della gestione della città, subito dopo sbuca un "nuovo" candidato sindaco del CSX che ricompatta le fila e dietro tornano nei posti di potere sempre gli stessi.
 Basta pensare a casi come: mensopoli, il Collegio di San Giovanni, le coop rosse, i posti di potere nelle società partecipate dal comune, gli enti inutili creati "ad hoc" per amici e parenti, le tangenti per lo scolmatore del Rio Fereggiano,.. .
Ogni "nuovo" candidato di CSX cerca di far passare la sua candidatura come  il simbolo di una "nuova stagione", che tutte le volte non arriva mai! Ok che le stagioni sono quattro, ok  che esistono le mezze stagioni, ma i 1/4 di stagione non li ha mai sentiti nessuno!
Il 20 e il 21 Maggio si saprà il nuovo sindaco del capoluogo ligure, ma comunque vada essere andati al ballottaggio resta e resterà un risultato storico.
Genova è l'unica città di spicco che a queste elezioni amministrative vede correre insieme tutto il terzo polo, secondo un modello più volte rilanciato : quello di una lista civica nazionale terzopolista che racchiuda anche iscritti ai partiti,ma  che soprattutto contenga esponenti della società civile slegati da qualsiasi movimento politico.
Per essere onesti però, bisogna ammettere che non è la lista a trainare Musso, ma Musso a trainare la lista. ( La lista si è fermata al 13%, mentre Musso con il voto disgiunto ha raggiunto il 15%.
  Il modello applicato a Genova si potrebbe tentare anche su scala nazionale, ma il messaggio principale che deve passare è che bisogna candidare persone capaci, come si è fatto questa volta a Genova candidando il prof.Musso.
Servono nuovi contenitori? Non lo so, sicuramente serve gente valida.
 Se il Polo dela Nazione, o come si chiamerà, sarà un contenitore che vorrà racchiudere i migliori esponenti politici del presente e nuovi giovani capaci ben venga, se invece non dovesse essere nient'altro che la somma di nomenclature e la solita minestra riscaldata allora non  nasca nemmeno.
A Genova stiamo cercando di convincere gli elettori che i contenuti sono più importanti dei contenitori, così si faccia anche a Roma!
Futuro e Libertà per l'Italia o Polo della Nazione ?
"Oggi la parola magica capace di rianimare la politica non è identita, è progetto"
Queste parole di Fini racchiudono il mio pensiero.
 



I NOSTRI BLOGGER

Foad Aodi - Eugenio Balsamo - Stefania Barzini - Stefano Basilico - Alessandro Bortolotti - Luca Borghini - Nuccio Bovalino - Maurizio Boscarol - Paola Bottero - Marco Brando - Federico Brusadelli - Emanuele Capoano - Massimiliano Caramazza - Massimo Carletti - Giorgio Cavagnaro - Giovanni Choukhadarian - Alessandro Carbone - Alessandro Carmignani - Fabio Chiusi - Federica Colonna - Fiorello Cortiana - Giovanni Coletta - Giuliano Compagno - Giuseppe Cecere - Ugo Maria Chirico - Giuseppe Ciraolo - Barbara Ciabò - Umberto Croppi - Giovanni Decaro - Fortunata Dell'Orzo - Francesco De Palo - Alfredo De Vuono - Leonardo D'Imporzano - Valeria Ercoli - Adriano Falanga- Caterina Filesi - Paolo Fini - Costanza Firrao - Christian Francia - Salvatore Francone - Marcello Frigeri - Tonia Garofano - Andrea Giorgio - Violetto Gorrasi - Fabio Granata - Andrea Grasso - Marco Iacona - Fabio Invernici - Vito Kahlun - Luciano Lanna - Fabio Lazzari - Loris Lazzaro - Manlio Lilli - Francesco Linguiti - Riccardo Lo Monaco - Cristian Lucci - Matteo Maltinti - Giuseppe Mancini - Gaetano Marolla - Maurizio Miceli - Marco Mitrugno - Mirko Montuori - Angela Napoli - Giovanna Nuvoletti - Francesco Onorato - Carmelo Palma - Francesca Papasergi - Lina Pasca - Andrea Pedrana - Luca Antonio Pepe - Flavia Perina - Emanuela Perinetti Casoni - Stefano Poma - Giorgio Puppi - Daniele Priori - Miro Renzaglia - Alessandro Rimassa - Dario Risuglia - Francesco Rosati - Giorgio Rosponi - Filippo Rossi - Roberto Sassi - Emiliano Sbaraglia - Gabriele Scarfone - Stefano Schiavi - Marco Scialdone - Maria Beatrice Scibetta - Pier Paolo Segneri- Giacomo Semeraro - Piero Signani - Matteo Soraci - Riccardo Spotorno - Andrea Tafini - Annalisa Terranova - Alessandro Venzano - Andrea Verde - Lina Urbani - Sergio Talamo - Luigi Tozzi