Mon04212014

Back Attualità Attualità 2 Cristiani, Riccardi: «Vittime perché segno di pluralismo»

Cristiani, Riccardi: «Vittime perché segno di pluralismo»

alt

Le persecuzioni dei cristiani sono «un vero dramma del nostro tempo»: parola del ministro per la Cooperazione internazionale, Andrea Riccardi, che dalle pagine del Corriere della Sera, dà la sua lettura delle stragi. I cristiani sono perseguitati perché «sono miti, si confrontano, dialogano, sono una garanzia di pluralismo che il totalitarismo musulmano vuole annientare», spiega il ministro nell'intervista. «Gli attentati a luoghi di culto sono l'espressione di un totalitarismo imbestialito: colpire gente in preghiera - osserva Riccardi - è una vera bestemmia, anche se gli islamisti lo fanno in nome di Dio».

Il fondatore della Comunità di Sant'Egidio dipinge uno scenario allarmante: «In Iraq è in corso un'epurazione dei cristiani, una pulizia etnica che attraverso assassinii sistematici vuole costringere i cristiani ad abbandonare le terre che hanno sempre abitato e dove convivono con i musulmani da più di mille anni. In Nigeria sta accadendo qualcosa di analogo: soprattutto nel nord islamizzato, si vuole costringere all'esodo la minoranza cristiana»; in Siria, i cristiani sono preoccupati di perdere la protezione che avevano sotto il regime dittatoriale, «anche se poi rischiano di apparire come amici di Assad»; «vedremo cosa accadrà in Egitto dove c'è una grande attesa che lascia i cristiani con il fiato sospeso».

Alla comunità internazionale spetta la tutela delle minoranze, ma «non per motivi confessionali ma perché è una garanzia per tutti: il totalitarismo - conclude Riccardi - è un mostro che alla fine divora i popoli».



I NOSTRI BLOGGER

Foad Aodi - Eugenio Balsamo - Stefania Barzini - Stefano Basilico - Alessandro Bortolotti - Luca Borghini - Nuccio Bovalino - Maurizio Boscarol - Paola Bottero - Marco Brando - Federico Brusadelli - Emanuele Capoano - Massimiliano Caramazza - Massimo Carletti - Giorgio Cavagnaro - Giovanni Choukhadarian - Alessandro Carbone - Alessandro Carmignani - Fabio Chiusi - Federica Colonna - Fiorello Cortiana - Giovanni Coletta - Giuliano Compagno - Giuseppe Cecere - Ugo Maria Chirico - Giuseppe Ciraolo - Barbara Ciabò - Umberto Croppi - Giovanni Decaro - Fortunata Dell'Orzo - Francesco De Palo - Alfredo De Vuono - Leonardo D'Imporzano - Valeria Ercoli - Adriano Falanga- Caterina Filesi - Paolo Fini - Costanza Firrao - Christian Francia - Salvatore Francone - Marcello Frigeri - Tonia Garofano - Andrea Giorgio - Violetto Gorrasi - Fabio Granata - Andrea Grasso - Marco Iacona - Fabio Invernici - Vito Kahlun - Luciano Lanna - Fabio Lazzari - Loris Lazzaro - Manlio Lilli - Francesco Linguiti - Riccardo Lo Monaco - Cristian Lucci - Matteo Maltinti - Giuseppe Mancini - Gaetano Marolla - Maurizio Miceli - Marco Mitrugno - Mirko Montuori - Angela Napoli - Giovanna Nuvoletti - Francesco Onorato - Carmelo Palma - Francesca Papasergi - Lina Pasca - Andrea Pedrana - Luca Antonio Pepe - Flavia Perina - Emanuela Perinetti Casoni - Stefano Poma - Giorgio Puppi - Daniele Priori - Miro Renzaglia - Alessandro Rimassa - Dario Risuglia - Francesco Rosati - Giorgio Rosponi - Filippo Rossi - Roberto Sassi - Emiliano Sbaraglia - Gabriele Scarfone - Stefano Schiavi - Marco Scialdone - Maria Beatrice Scibetta - Pier Paolo Segneri- Giacomo Semeraro - Piero Signani - Matteo Soraci - Riccardo Spotorno - Andrea Tafini - Annalisa Terranova - Alessandro Venzano - Andrea Verde - Lina Urbani - Sergio Talamo - Luigi Tozzi