Sun12212014

Back Attualità Attualità Pdl e Pd, ora tutti corrono dietro al Terzo polo

Pdl e Pd, ora tutti corrono dietro al Terzo polo

alt

Le elezioni amministrative del 6 e 7 maggio saranno il primo vero banco di prova per gli schieramenti politici dopo l'avvio dell'era Monti. Il "polo" su cui ci sono le maggiori attenzioni è il "Terzo", anche perché nella primavera 2013 si ritornerà alle urne per le elezioni politiche e i due maggiori partiti, Pdl e Pd, dovranno secondo tutti i sondaggi, allearsi con il Terzo polo, per salire a palazzo Chigi. Ma il fare l'ago della bilancia non è facile, soprattutto se le due anime del Terzo polo - quella di Futuro e libertà che fa riferimento a Gianfranco Fini, e quella vicina al leader dell'Unione di centro, Pier Ferdinando Casini (e ci perdonino Rutelli e Lombardo) - hanno posizioni leggermente distinte rispetto agli ex amici e forse ora anche ex-nemici del Pdl post-berlusconiano e del Pd rinvigorito dalla discesa in campo del presidente della Repubblica.

A oggi il Terzo polo, sarebbe certamente più corteggiato dal Partito democratico che dal Popolo della libertà, anche in ragione che con quest'ultimo, prima Casini e poi Fini, si sono separati negli anni, in modo alquanto burrascoso. Un'alleanza tra "democrat" e Terzo polo che già lo scorso anno, stava per prendere corpo, tant'è che alla vigilia del voto per le amministrative 2011, l'ex segretario nazionale Pd Massimo D'Alema apriva al Terzo polo e in particolare a Fini, con cui ci sono sempre stati grandi rapporti di amicizia poi sfociati nel politico-istituzionale, spiegando che non si trattava di un allargamento scandaloso: «Con Futuro e libertà, noi votiamo insieme tutti i giorni in Parlamento. Non è una novità quello che dico, non è un'eresia. Anche perché è evidente che le forze dell'opposizione condividono alcuni valori». Altrettanto chiaro che «lavoriamo per unire le opposizioni le quali - aggiungeva - rappresentano in questo momento oltre il 60 per cento degli italiani». Un'opposizione parlamentare, che dopo circa sei mesi portò la caduta del governo Berlusconi, con le dimissioni immediate del Cavaliere.

Oggi l'alleanza si ripropone, con un tono decisamente più forte, in ragione delle prossime elezioni politiche. Ma mentre il Pdl sembrerebbe orientato a ricostruire il rapporto con la Lega nord, fratturatosi dopo la nascita il governo Monti, il presidente del Copasir da Napoli rilancia l'alleanza: «Il Pd e il Terzo polo, in futuro, potranno governare insieme». Una speranza che però dall'altra parte del fiume non convince in alcuno modo l'europarlamentare Ppe-Pdl Erminia Mazzoni, che nel corso della trasmissione televisiva Sotto Torchio del network televisivo Julie Italia, anche in ragione del suo trascorso democristiano dalla Dc all'Udc, rivestendo in quest'ultimo grandi cariche nazionali, auspica un riavvicinamento tra il partito guidato da Angelino Alfano e Casini, fondato da sempre da comuni valori anteposti alla sinistra italiana.

Allora non rimane che aspettare le scelte del Terzo polo alle amministrative, sperando solo però che i due maggiori partiti, Fli e Udc, vadano dritti nella stessa direzione, senza mai perdere la bussola, come purtroppo successo a Palermo. Una scelta che se ripetuta in altri comuni, potrebbe deteriorare il progetto politico e non essere capita dagli elettori.

Stefano Albamonte



I NOSTRI BLOGGER

Foad Aodi - Eugenio Balsamo - Stefania Barzini - Stefano Basilico - Alessandro Bortolotti - Luca Borghini - Nuccio Bovalino - Maurizio Boscarol - Paola Bottero - Marco Brando - Federico Brusadelli - Emanuele Capoano - Massimiliano Caramazza - Massimo Carletti - Giorgio Cavagnaro - Giovanni Choukhadarian - Alessandro Carbone - Alessandro Carmignani - Fabio Chiusi - Federica Colonna - Fiorello Cortiana - Giovanni Coletta - Giuliano Compagno - Giuseppe Cecere - Ugo Maria Chirico - Giuseppe Ciraolo - Barbara Ciabò - Umberto Croppi - Giovanni Decaro - Fortunata Dell'Orzo - Francesco De Palo - Alfredo De Vuono - Leonardo D'Imporzano - Valeria Ercoli - Adriano Falanga- Caterina Filesi - Paolo Fini - Costanza Firrao - Christian Francia - Salvatore Francone - Marcello Frigeri - Tonia Garofano - Andrea Giorgio - Violetto Gorrasi - Fabio Granata - Andrea Grasso - Marco Iacona - Fabio Invernici - Vito Kahlun - Luciano Lanna - Fabio Lazzari - Loris Lazzaro - Manlio Lilli - Francesco Linguiti - Riccardo Lo Monaco - Cristian Lucci - Matteo Maltinti - Giuseppe Mancini - Gaetano Marolla - Maurizio Miceli - Marco Mitrugno - Mirko Montuori - Angela Napoli - Giovanna Nuvoletti - Francesco Onorato - Carmelo Palma - Francesca Papasergi - Lina Pasca - Andrea Pedrana - Luca Antonio Pepe - Flavia Perina - Emanuela Perinetti Casoni - Stefano Poma - Giorgio Puppi - Daniele Priori - Miro Renzaglia - Alessandro Rimassa - Dario Risuglia - Francesco Rosati - Giorgio Rosponi - Filippo Rossi - Roberto Sassi - Emiliano Sbaraglia - Gabriele Scarfone - Stefano Schiavi - Marco Scialdone - Maria Beatrice Scibetta - Pier Paolo Segneri- Giacomo Semeraro - Piero Signani - Matteo Soraci - Riccardo Spotorno - Andrea Tafini - Annalisa Terranova - Alessandro Venzano - Andrea Verde - Lina Urbani - Sergio Talamo - Luigi Tozzi