Thu07242014

Back Attualità Attualità Riforme istituzionali, il timore di Violante:
«Se non partiamo subito, ci terremo il Porcellum...»

Riforme istituzionali, il timore di Violante:
«Se non partiamo subito, ci terremo il Porcellum...»

alt

«Se non facciamo le riforme - avvisa Luciano Violante, intervistato dal Corriere della Sera - scompariranno nell’incendio non solo i partiti, ma anche il sistema democratico». Eppure invece di concentrarsi su come cambiare una pessima legge elettorale e rimettere in moto un sistema di rappresentanza ormai bloccato e “svuotato”, le forze politiche maggiori sembrano impegnate a mettere in difficoltà l’esecutivo. Con il risultato di far crescere l’onda anti-partitica nel paese, e con inevitabili effetti - alle prossime elezioni - di deflgarazione del sistema.

La riforma di cui si discute - spiega sempre Violante - prevede metà deputati eletti in collegi uninominali e metà con liste proporzionali, il recupero dei “migliori perdenti”, uno sbarramento e un piccolo premio per il migliore. Un bipolarismo “molto corretto”, che però, grazie alla sfiducia costruttiva, ai collegi e al premio di maggioranza, non riporterebbe l’Italia indietro ai tempi dei governi balneari e delle maggioranze fluttuanti. «La competizione si fonderebbe sull’alternativa tra i programmi e le idee».  

Ma per fare tutto questo bisogna partire subito, prima delle amministrative di maggio. Solo così - osserva l’ex presidente della Camera - sarà possibile chiudere la partita entro gennaio 2013. Altrimenti si rischia di ritornare al voto con il Porcellum. Una bella preoccupazione. A cui se ne aggiunge un’altra, e ben più grave: che si vada a votare quest’anno, affossando non solo la riforma della legge elettorale ma anche il risanamento del paese. 



I NOSTRI BLOGGER

Foad Aodi - Eugenio Balsamo - Stefania Barzini - Stefano Basilico - Alessandro Bortolotti - Luca Borghini - Nuccio Bovalino - Maurizio Boscarol - Paola Bottero - Marco Brando - Federico Brusadelli - Emanuele Capoano - Massimiliano Caramazza - Massimo Carletti - Giorgio Cavagnaro - Giovanni Choukhadarian - Alessandro Carbone - Alessandro Carmignani - Fabio Chiusi - Federica Colonna - Fiorello Cortiana - Giovanni Coletta - Giuliano Compagno - Giuseppe Cecere - Ugo Maria Chirico - Giuseppe Ciraolo - Barbara Ciabò - Umberto Croppi - Giovanni Decaro - Fortunata Dell'Orzo - Francesco De Palo - Alfredo De Vuono - Leonardo D'Imporzano - Valeria Ercoli - Adriano Falanga- Caterina Filesi - Paolo Fini - Costanza Firrao - Christian Francia - Salvatore Francone - Marcello Frigeri - Tonia Garofano - Andrea Giorgio - Violetto Gorrasi - Fabio Granata - Andrea Grasso - Marco Iacona - Fabio Invernici - Vito Kahlun - Luciano Lanna - Fabio Lazzari - Loris Lazzaro - Manlio Lilli - Francesco Linguiti - Riccardo Lo Monaco - Cristian Lucci - Matteo Maltinti - Giuseppe Mancini - Gaetano Marolla - Maurizio Miceli - Marco Mitrugno - Mirko Montuori - Angela Napoli - Giovanna Nuvoletti - Francesco Onorato - Carmelo Palma - Francesca Papasergi - Lina Pasca - Andrea Pedrana - Luca Antonio Pepe - Flavia Perina - Emanuela Perinetti Casoni - Stefano Poma - Giorgio Puppi - Daniele Priori - Miro Renzaglia - Alessandro Rimassa - Dario Risuglia - Francesco Rosati - Giorgio Rosponi - Filippo Rossi - Roberto Sassi - Emiliano Sbaraglia - Gabriele Scarfone - Stefano Schiavi - Marco Scialdone - Maria Beatrice Scibetta - Pier Paolo Segneri- Giacomo Semeraro - Piero Signani - Matteo Soraci - Riccardo Spotorno - Andrea Tafini - Annalisa Terranova - Alessandro Venzano - Andrea Verde - Lina Urbani - Sergio Talamo - Luigi Tozzi