Sun10262014

Back Attualità Attualità Via a luglio il sostegno a Monti e campagna anti euro
Così Berlusconi (e non solo) pensa alla rivincita

Via a luglio il sostegno a Monti e campagna anti euro
Così Berlusconi (e non solo) pensa alla rivincita

alt

Forse solo chi conosce alla perfezione Silvio Berlusconi sa e fa sul serio o meno. Ciò che è certo è che il Cavaliere scalpita, si considera ingabbiato dal governo Monti, costretto a non essere l’attore protagonista. Senza però considerare che gli animatori di questa fase delicata sono tutti, le forze politiche come quelle economiche e sociali. Proprio perché il principio alla base del momento “salva Italia” c’è un necessario patto di solidarietà e responsabilità. Ma l’ex presidente del consiglio lo ha fatto capire più volte: ciò che importa è il futuro del suo partito, l’Italia può attendere. E può anche uscire dall’euro.

Allora la mossa di Berlusconi potrebbe essere quella di rivedere il suo sostegno all’esecutivo dei professori. Prima si era parlato di ottobre, ma forse la decisione nefasta e rivelatrice arriva già a luglio. Lo ha detto in questi giorni ai pidiellini più stretti: approvare la riforma del lavoro, «che non ci piace», e poi, dopo il vertice Ue di fine mese, chiedere un rimpasto con l’ingresso di politici nel governo. Un’ipotesi che non andrebbe bene né a Monti né al Pd e che potrebbe portare alla rottura del tavolo, peraltro sempre più a rischio destabilizzazione per le continue intrusioni dei partiti nell’azione di governo. E ancora: «Basta con l’appoggio alla cieca».

Ma per recuperare quei venti punti lasciati per strada Berlusconi crede che serva qualcosa di forte. Ieri ha difatti rilanciato la «pazza idea» affermando che uscire dall’euro «non è una bestemmia» e che il paese «potrebbe avere vantaggi». Paventa il lancio di una iniziativa “no euro” e dice di avere il sostegno di alcuni economisti. L’unica speranza è che non si presenti con Renato Brunetta



I NOSTRI BLOGGER

Foad Aodi - Eugenio Balsamo - Stefania Barzini - Stefano Basilico - Alessandro Bortolotti - Luca Borghini - Nuccio Bovalino - Maurizio Boscarol - Paola Bottero - Marco Brando - Federico Brusadelli - Emanuele Capoano - Massimiliano Caramazza - Massimo Carletti - Giorgio Cavagnaro - Giovanni Choukhadarian - Alessandro Carbone - Alessandro Carmignani - Fabio Chiusi - Federica Colonna - Fiorello Cortiana - Giovanni Coletta - Giuliano Compagno - Giuseppe Cecere - Ugo Maria Chirico - Giuseppe Ciraolo - Barbara Ciabò - Umberto Croppi - Giovanni Decaro - Fortunata Dell'Orzo - Francesco De Palo - Alfredo De Vuono - Leonardo D'Imporzano - Valeria Ercoli - Adriano Falanga- Caterina Filesi - Paolo Fini - Costanza Firrao - Christian Francia - Salvatore Francone - Marcello Frigeri - Tonia Garofano - Andrea Giorgio - Violetto Gorrasi - Fabio Granata - Andrea Grasso - Marco Iacona - Fabio Invernici - Vito Kahlun - Luciano Lanna - Fabio Lazzari - Loris Lazzaro - Manlio Lilli - Francesco Linguiti - Riccardo Lo Monaco - Cristian Lucci - Matteo Maltinti - Giuseppe Mancini - Gaetano Marolla - Maurizio Miceli - Marco Mitrugno - Mirko Montuori - Angela Napoli - Giovanna Nuvoletti - Francesco Onorato - Carmelo Palma - Francesca Papasergi - Lina Pasca - Andrea Pedrana - Luca Antonio Pepe - Flavia Perina - Emanuela Perinetti Casoni - Stefano Poma - Giorgio Puppi - Daniele Priori - Miro Renzaglia - Alessandro Rimassa - Dario Risuglia - Francesco Rosati - Giorgio Rosponi - Filippo Rossi - Roberto Sassi - Emiliano Sbaraglia - Gabriele Scarfone - Stefano Schiavi - Marco Scialdone - Maria Beatrice Scibetta - Pier Paolo Segneri- Giacomo Semeraro - Piero Signani - Matteo Soraci - Riccardo Spotorno - Andrea Tafini - Annalisa Terranova - Alessandro Venzano - Andrea Verde - Lina Urbani - Sergio Talamo - Luigi Tozzi