Mon07282014

Back Economia Economia Quando la Cgil votava per riformare l'articolo 18

Quando la Cgil votava per riformare l'articolo 18

alt

Un dirigente della Cgil, avviandosi una settimana fa alla riunione del direttivo organizzata per formalizzare il no alla riforma del mercato del lavoro e la proclamazione degli scioperi, confessava: «Il problema della  Cgil è che, sul momento, magari può avere anche mille ragioni per opporsi alle  riforme, ma in realtà, col senno di poi, è spesso in ritardo». Eppure la Cgil, ben 27 anni fa, aveva caldeggiato una riforma del lavoro simile a quella contro cui oggi è pronta a salire sulle barricate. Era il 1985 e l’allora segretario della Cgil, Luciano Lama, votò insieme a tutti gli altri sindacati della commissione lavoro del Cnel la proposta di riforma dell'articolo 18.

Un documento frutto di tre anni di lavori in gran parte coordinati dal padre dello Statuto stesso, Gino Giugni, e che doveva essere trasformato in una proposta di legge al parlamento. Ma non se ne fece più nulla per la contrarietà degli imprenditori, come ricostruisce l'ex sindacalista Giorgio Benvenuto.
Nel documento si mettevano all'indice il sovraffollamento di norme che creano delle sperequazioni irrazionali di trattamento, perfino la possibilità di trattamenti radicalmente diversi per lo stesso lavoratore. Vi era poi l’urgenza di riportare l'obbligo di reintegra allo spirito iniziale dello Statuto, limitandolo ai licenziamenti viziati per forma e alla discriminazione, ma estendendo questa tutela anche ai lavoratori delle imprese con più di 5 dipendenti al tempo esclusi.



I NOSTRI BLOGGER

Foad Aodi - Eugenio Balsamo - Stefania Barzini - Stefano Basilico - Alessandro Bortolotti - Luca Borghini - Nuccio Bovalino - Maurizio Boscarol - Paola Bottero - Marco Brando - Federico Brusadelli - Emanuele Capoano - Massimiliano Caramazza - Massimo Carletti - Giorgio Cavagnaro - Giovanni Choukhadarian - Alessandro Carbone - Alessandro Carmignani - Fabio Chiusi - Federica Colonna - Fiorello Cortiana - Giovanni Coletta - Giuliano Compagno - Giuseppe Cecere - Ugo Maria Chirico - Giuseppe Ciraolo - Barbara Ciabò - Umberto Croppi - Giovanni Decaro - Fortunata Dell'Orzo - Francesco De Palo - Alfredo De Vuono - Leonardo D'Imporzano - Valeria Ercoli - Adriano Falanga- Caterina Filesi - Paolo Fini - Costanza Firrao - Christian Francia - Salvatore Francone - Marcello Frigeri - Tonia Garofano - Andrea Giorgio - Violetto Gorrasi - Fabio Granata - Andrea Grasso - Marco Iacona - Fabio Invernici - Vito Kahlun - Luciano Lanna - Fabio Lazzari - Loris Lazzaro - Manlio Lilli - Francesco Linguiti - Riccardo Lo Monaco - Cristian Lucci - Matteo Maltinti - Giuseppe Mancini - Gaetano Marolla - Maurizio Miceli - Marco Mitrugno - Mirko Montuori - Angela Napoli - Giovanna Nuvoletti - Francesco Onorato - Carmelo Palma - Francesca Papasergi - Lina Pasca - Andrea Pedrana - Luca Antonio Pepe - Flavia Perina - Emanuela Perinetti Casoni - Stefano Poma - Giorgio Puppi - Daniele Priori - Miro Renzaglia - Alessandro Rimassa - Dario Risuglia - Francesco Rosati - Giorgio Rosponi - Filippo Rossi - Roberto Sassi - Emiliano Sbaraglia - Gabriele Scarfone - Stefano Schiavi - Marco Scialdone - Maria Beatrice Scibetta - Pier Paolo Segneri- Giacomo Semeraro - Piero Signani - Matteo Soraci - Riccardo Spotorno - Andrea Tafini - Annalisa Terranova - Alessandro Venzano - Andrea Verde - Lina Urbani - Sergio Talamo - Luigi Tozzi