Thu08212014

I falsi futuristi

alt

Ora che è passata una settimana, tornare solo per un momento su quanto accaduto a Filippo Rossi nella notte conclusiva di Caffeina aiuta a capire ancora meglio chi sono questi fascisti di terzo millennio, se mai ci fossero dubbi.

Gente che, a cominciare dal loro leader, parla di cultura così, tanto per parlare, senza sapere cosa dice. Citano Boccioni, Soffici, pensano di emularli con calci e pugni, come subito rivendicato attraverso la rete. Ma è soltanto una maschera di cera, facile a squagliarsi.

Se gli artefici del Futurismo, dal Manifesto di Filippo Tommaso Marinetti del 20 febbraio 1909 in poi, in effetti hanno predicato e anche esercitato forme di violenza alquanto discutibili, bisogna almeno osservare un paio di cosette oltre a questo. Agli inizi del Novecento il Futurismo ha infatti rappresentato una vera rivoluzione linguistica, e dunque artistica, rimanendo egemone di una leadership culturale nazionale almeno sino alle soglie della seconda guerra mondiale (un nome su tutti, Anton Giulio Bragaglia). Per dirla in altro modo, dalla scrittura alla pittura, dal teatro al cinema (Mario Verdone docet), dall’architettura ala fotografia, dopo il Futurismo nulla è stato più come prima nel mondo della cultura italiana.   

Oltre a questo, il Futurismo (e i futuristi) ha avuto la capacità di mettersi in discussione nel corso del tempo, prima di estinguersi naturalmente, in alcuni casi ammettendo alcuni errori di gioventù, a partire dallo stesso Marinetti.

I fascisti del terzo millennio, invece, accusano di tradimento Filippo Rossi perché qualche anno fa presentò presso Casa Pound il libro Fascisti immaginari, scritto insieme a Luciano Lanna: dimostrando così, in tempo reale, di non aver capito nulla di quello che in quel libro era scritto.

Sono fatti così. Sanno giusto menar le mani.



I NOSTRI BLOGGER

Foad Aodi - Eugenio Balsamo - Stefania Barzini - Stefano Basilico - Alessandro Bortolotti - Luca Borghini - Nuccio Bovalino - Maurizio Boscarol - Paola Bottero - Marco Brando - Federico Brusadelli - Emanuele Capoano - Massimiliano Caramazza - Massimo Carletti - Giorgio Cavagnaro - Giovanni Choukhadarian - Alessandro Carbone - Alessandro Carmignani - Fabio Chiusi - Federica Colonna - Fiorello Cortiana - Giovanni Coletta - Giuliano Compagno - Giuseppe Cecere - Ugo Maria Chirico - Giuseppe Ciraolo - Barbara Ciabò - Umberto Croppi - Giovanni Decaro - Fortunata Dell'Orzo - Francesco De Palo - Alfredo De Vuono - Leonardo D'Imporzano - Valeria Ercoli - Adriano Falanga- Caterina Filesi - Paolo Fini - Costanza Firrao - Christian Francia - Salvatore Francone - Marcello Frigeri - Tonia Garofano - Andrea Giorgio - Violetto Gorrasi - Fabio Granata - Andrea Grasso - Marco Iacona - Fabio Invernici - Vito Kahlun - Luciano Lanna - Fabio Lazzari - Loris Lazzaro - Manlio Lilli - Francesco Linguiti - Riccardo Lo Monaco - Cristian Lucci - Matteo Maltinti - Giuseppe Mancini - Gaetano Marolla - Maurizio Miceli - Marco Mitrugno - Mirko Montuori - Angela Napoli - Giovanna Nuvoletti - Francesco Onorato - Carmelo Palma - Francesca Papasergi - Lina Pasca - Andrea Pedrana - Luca Antonio Pepe - Flavia Perina - Emanuela Perinetti Casoni - Stefano Poma - Giorgio Puppi - Daniele Priori - Miro Renzaglia - Alessandro Rimassa - Dario Risuglia - Francesco Rosati - Giorgio Rosponi - Filippo Rossi - Roberto Sassi - Emiliano Sbaraglia - Gabriele Scarfone - Stefano Schiavi - Marco Scialdone - Maria Beatrice Scibetta - Pier Paolo Segneri- Giacomo Semeraro - Piero Signani - Matteo Soraci - Riccardo Spotorno - Andrea Tafini - Annalisa Terranova - Alessandro Venzano - Andrea Verde - Lina Urbani - Sergio Talamo - Luigi Tozzi