Sat04192014

Back Esteri Esteri Eurocrisi, Berlino avverte: avanti anche senza la Grecia

Eurocrisi, Berlino avverte: avanti anche senza la Grecia

alt

Più chiaro di così non poteva essere il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schäuble: «Vogliamo che la Grecia resti nell'Eurozona, ma deve rispettare i suoi impegni e noi non possiamo obbligare nessuno a farlo». L’eurozona non corre secondo il tedesco rischi provenienti dall’instabilità di Atene ed è in grado di far fronte ad un'uscita della Grecia (oggi il leader del Pasok Venizelos prova a formare un governissimo muticolore, sotto la “guida” del presidente della repubblica per evitare nuove elezioni a giugno). «L'Europa non affonda così facilmente. Negli ultimi due anni abbiamo imparato molto e abbiamo istituito meccanismi di protezione», spiega.

«L'idea che noi non saremmo nelle condizioni di reagire in tempi brevi a qualcosa di imprevisto è falsa. L'Europa - aggiunge - non andrà sotto così in fretta. È pericoloso spingere i cittadini a credere che ci sia un altro modo più semplice per consentire una ripresa della Grecia senza difficoltà».

Si aggiunge al “coro teutonico” anche il ministro egli esteri tedesco Guido Westervelle. Secondo cui «noi intendiamo mantenere le nostre promesse di aiuto, ma questo significa che la Grecia deve varare le riforme che abbiamo concordato». E rileva: «Il Fiscal pact è stato deciso, gli accordi tra gli stati non possono essere invalidati da nuove elezioni. Il futuro della Grecia nell'Eurozona adesso è nelle mani della Grecia». 

Quella stessa Grecia che oggi segna il record di disoccupazione giunto al 21%, il record della benzina verde che sfonda due euro, il record dell’iva giunta al 23%, il record dei suicidi da crisi, ben 250 nell’ultimo biennio. Con una classe dirigente che vede ancora immutati i propri privilegi, con le banche di credito cooperativo che chiudono come funghi, con acquisti ancora ingenti di armamenti militari proprio da Germania e Francia.



I NOSTRI BLOGGER

Foad Aodi - Eugenio Balsamo - Stefania Barzini - Stefano Basilico - Alessandro Bortolotti - Luca Borghini - Nuccio Bovalino - Maurizio Boscarol - Paola Bottero - Marco Brando - Federico Brusadelli - Emanuele Capoano - Massimiliano Caramazza - Massimo Carletti - Giorgio Cavagnaro - Giovanni Choukhadarian - Alessandro Carbone - Alessandro Carmignani - Fabio Chiusi - Federica Colonna - Fiorello Cortiana - Giovanni Coletta - Giuliano Compagno - Giuseppe Cecere - Ugo Maria Chirico - Giuseppe Ciraolo - Barbara Ciabò - Umberto Croppi - Giovanni Decaro - Fortunata Dell'Orzo - Francesco De Palo - Alfredo De Vuono - Leonardo D'Imporzano - Valeria Ercoli - Adriano Falanga- Caterina Filesi - Paolo Fini - Costanza Firrao - Christian Francia - Salvatore Francone - Marcello Frigeri - Tonia Garofano - Andrea Giorgio - Violetto Gorrasi - Fabio Granata - Andrea Grasso - Marco Iacona - Fabio Invernici - Vito Kahlun - Luciano Lanna - Fabio Lazzari - Loris Lazzaro - Manlio Lilli - Francesco Linguiti - Riccardo Lo Monaco - Cristian Lucci - Matteo Maltinti - Giuseppe Mancini - Gaetano Marolla - Maurizio Miceli - Marco Mitrugno - Mirko Montuori - Angela Napoli - Giovanna Nuvoletti - Francesco Onorato - Carmelo Palma - Francesca Papasergi - Lina Pasca - Andrea Pedrana - Luca Antonio Pepe - Flavia Perina - Emanuela Perinetti Casoni - Stefano Poma - Giorgio Puppi - Daniele Priori - Miro Renzaglia - Alessandro Rimassa - Dario Risuglia - Francesco Rosati - Giorgio Rosponi - Filippo Rossi - Roberto Sassi - Emiliano Sbaraglia - Gabriele Scarfone - Stefano Schiavi - Marco Scialdone - Maria Beatrice Scibetta - Pier Paolo Segneri- Giacomo Semeraro - Piero Signani - Matteo Soraci - Riccardo Spotorno - Andrea Tafini - Annalisa Terranova - Alessandro Venzano - Andrea Verde - Lina Urbani - Sergio Talamo - Luigi Tozzi