Wed10222014

Back Esteri Esteri Tymoshenko, Uefa e Ue contro Kiev
Gnudi: «Lo sport non può ignorare»

Tymoshenko, Uefa e Ue contro Kiev
Gnudi: «Lo sport non può ignorare»

alt

«Quando vengono violati i diritti soggettivi e i principi democratici lo sport non può voltarsi dall'altra parte». Ad affermarlo è il ministro dello sport Piero Gnudi dopo la presa di posizione netta del cancelliere tedesco, Angela Merkel, sulla vicenda della leader dell'opposizione ucraina Yulia Tymoshenko. La dichiarazione del Ministro si innesta nel crescente dibattito internazionale sul caso della leader dell'opposizione ucraina, che ieri ha avuto una accelerazione dopo le rivelazioni del settimanale tedesco Der Spiegel, secondo cui la cancelliera Angela Merkel annullerà la prevista partecipazione a Euro 2012 se la Tymoshenko non sarà rilasciata prima del fischio di inizio.

Secondo il settimanale, il gesto di Merkel indurrebbe altri componenti del governo a disertare il torneo già colpito dall'annunciata defezione del commissario Ue alla giustizia, Viviane Reding. La Reding aveva inviato una lettera a Michel Platini, presidente dell'Uefa, rendendo noto che declinava l'invito a presenziare alla partita inaugurale per le «preoccupazioni» legate alle condizioni della Tymoshenko e augurandosi che «altri riflettano sulla opportunità di andare in Ucraina». Oggi il presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, ha informato di non avere intenzione di recarsi in Ucraina durante il torneo.

Intanto la Uefa segue con molta attenzione l'evolversi della situazione politica e sociale in Ucraina e non esclude come «extrema ratio» l'ipotesi di rinviare gli Europei in programma quest'estate. Ad affermarlo è Martin Kallen, direttore operativo dell'Uefa e responsabile in Ucraina dell'organizzazione del torneo, al quotidiano tedesco Suddeutsche Zeitung.

«Ci sarebbe solo una possibilità. Si potrebbe pensare di rinviare il torneo ad un altro anno», ha detto Kallen, escludendo allo stesso tempo l'ipotesi che le partite programmate in Ucraina possano giocarsi in Germania o in altri paesi limitrofi.



I NOSTRI BLOGGER

Foad Aodi - Eugenio Balsamo - Stefania Barzini - Stefano Basilico - Alessandro Bortolotti - Luca Borghini - Nuccio Bovalino - Maurizio Boscarol - Paola Bottero - Marco Brando - Federico Brusadelli - Emanuele Capoano - Massimiliano Caramazza - Massimo Carletti - Giorgio Cavagnaro - Giovanni Choukhadarian - Alessandro Carbone - Alessandro Carmignani - Fabio Chiusi - Federica Colonna - Fiorello Cortiana - Giovanni Coletta - Giuliano Compagno - Giuseppe Cecere - Ugo Maria Chirico - Giuseppe Ciraolo - Barbara Ciabò - Umberto Croppi - Giovanni Decaro - Fortunata Dell'Orzo - Francesco De Palo - Alfredo De Vuono - Leonardo D'Imporzano - Valeria Ercoli - Adriano Falanga- Caterina Filesi - Paolo Fini - Costanza Firrao - Christian Francia - Salvatore Francone - Marcello Frigeri - Tonia Garofano - Andrea Giorgio - Violetto Gorrasi - Fabio Granata - Andrea Grasso - Marco Iacona - Fabio Invernici - Vito Kahlun - Luciano Lanna - Fabio Lazzari - Loris Lazzaro - Manlio Lilli - Francesco Linguiti - Riccardo Lo Monaco - Cristian Lucci - Matteo Maltinti - Giuseppe Mancini - Gaetano Marolla - Maurizio Miceli - Marco Mitrugno - Mirko Montuori - Angela Napoli - Giovanna Nuvoletti - Francesco Onorato - Carmelo Palma - Francesca Papasergi - Lina Pasca - Andrea Pedrana - Luca Antonio Pepe - Flavia Perina - Emanuela Perinetti Casoni - Stefano Poma - Giorgio Puppi - Daniele Priori - Miro Renzaglia - Alessandro Rimassa - Dario Risuglia - Francesco Rosati - Giorgio Rosponi - Filippo Rossi - Roberto Sassi - Emiliano Sbaraglia - Gabriele Scarfone - Stefano Schiavi - Marco Scialdone - Maria Beatrice Scibetta - Pier Paolo Segneri- Giacomo Semeraro - Piero Signani - Matteo Soraci - Riccardo Spotorno - Andrea Tafini - Annalisa Terranova - Alessandro Venzano - Andrea Verde - Lina Urbani - Sergio Talamo - Luigi Tozzi