Wed04232014

Back BLOG Eugenio Balsamo - Frontera Sur La canna statale e il coraggio sudamericano

La canna statale e il coraggio sudamericano

alt

Ce lo ricordiamo come la Svizzera del Sudamerica, fasti ormai azzerati dalla crisi di inizio secolo. Montevideo continua a presentarsi come una città pulita e gli occhi di chi la visita trasmettono alla mente scene da “primo mondo”. E io l'ho conosciuta così, sebbene avvolta da una nebbia che a Piacenza non hanno mai visto. Paese sostanzialmente tranquillo, tasso molto basso di criminalità e che dall’arrivo di Tabaré Vásquez ha cominciato un percorso di riformismo, confermato dall’attuale presidente Pepe Mujica. Arriva proprio dalla Repubblica orientale un’idea moderna, un’altra che rompe gli schemi di un latinoamerica che molti ancora immaginano alle dirette dipendenze delle gerarchie ecclesiastiche.

Il governo sta pensando a un monopolio statale sulla marijuana nel senso che potrà essere venduta solo dallo Stato e ad adulti registrati come utilizzatori. Superando il limite previsto scatta l’obbligo di intraprendere un percorso si riabilitazione. Il fine dell’esecutivo è quello di combattere i traffici illegali e disincentivare l'uso di droghe più pesanti, combinato dal fatto che i proventi della vendita verrebbero destinati al recupero dei tossicodipendenti.  Una novità assoluta non solo in America latina: l’Uruguay sarebbe il primo paese al mondo a monopolizzare la vendita delle droghe leggere. Mentre, a queste latitudini, continuiamo a chiamarlo terzo mondo.

Eppure chi, come me, ha un occhio sempre su Buenos Aires e dintorni sa che talvolta non c'è paragone. Saranno pur lenti, talvolta inaffidabili, ma ultimamente ci stanno dando grandi lezioni di approccio moderno e laico alla politica, lezioni su come comprendere e organizzare un popolo. La comunidad organizada, teorizzava Perón, ma è meglio che mi fermi qui.



I NOSTRI BLOGGER

Foad Aodi - Eugenio Balsamo - Stefania Barzini - Stefano Basilico - Alessandro Bortolotti - Luca Borghini - Nuccio Bovalino - Maurizio Boscarol - Paola Bottero - Marco Brando - Federico Brusadelli - Emanuele Capoano - Massimiliano Caramazza - Massimo Carletti - Giorgio Cavagnaro - Giovanni Choukhadarian - Alessandro Carbone - Alessandro Carmignani - Fabio Chiusi - Federica Colonna - Fiorello Cortiana - Giovanni Coletta - Giuliano Compagno - Giuseppe Cecere - Ugo Maria Chirico - Giuseppe Ciraolo - Barbara Ciabò - Umberto Croppi - Giovanni Decaro - Fortunata Dell'Orzo - Francesco De Palo - Alfredo De Vuono - Leonardo D'Imporzano - Valeria Ercoli - Adriano Falanga- Caterina Filesi - Paolo Fini - Costanza Firrao - Christian Francia - Salvatore Francone - Marcello Frigeri - Tonia Garofano - Andrea Giorgio - Violetto Gorrasi - Fabio Granata - Andrea Grasso - Marco Iacona - Fabio Invernici - Vito Kahlun - Luciano Lanna - Fabio Lazzari - Loris Lazzaro - Manlio Lilli - Francesco Linguiti - Riccardo Lo Monaco - Cristian Lucci - Matteo Maltinti - Giuseppe Mancini - Gaetano Marolla - Maurizio Miceli - Marco Mitrugno - Mirko Montuori - Angela Napoli - Giovanna Nuvoletti - Francesco Onorato - Carmelo Palma - Francesca Papasergi - Lina Pasca - Andrea Pedrana - Luca Antonio Pepe - Flavia Perina - Emanuela Perinetti Casoni - Stefano Poma - Giorgio Puppi - Daniele Priori - Miro Renzaglia - Alessandro Rimassa - Dario Risuglia - Francesco Rosati - Giorgio Rosponi - Filippo Rossi - Roberto Sassi - Emiliano Sbaraglia - Gabriele Scarfone - Stefano Schiavi - Marco Scialdone - Maria Beatrice Scibetta - Pier Paolo Segneri- Giacomo Semeraro - Piero Signani - Matteo Soraci - Riccardo Spotorno - Andrea Tafini - Annalisa Terranova - Alessandro Venzano - Andrea Verde - Lina Urbani - Sergio Talamo - Luigi Tozzi