Mon04212014

Back POLITICA Attualità Finanziamento, Pd e Udc frenano: «Quei soldi servono»

Finanziamento, Pd e Udc frenano: «Quei soldi servono»

alt

Se l’opinione pubblica, nella quasi totalità, cancellerebbe quelle norme che garantiscono ai partiti maggiori elettorali da capogiro (circa 250 milioni al Pdl e 200 al Pd), le idee non sono chiare nel mondo politico. Il quadro è vario, da chi, come Gianfranco Fini, chiede che i partiti si debbano finanziare principalmente attraverso la contribuzione volontaria (ma con regole precise e controlli più severi affidati ad autorità pubbliche come la Corte dei conti) a chi ritiene necessario che la democrazia venga sostenuta dallo Stato, in modo da difenderla da “aggressioni” e condizionamenti dal mondo economico.

Nel mezzo vi è chi ritiene possibile una soluzione mista: meno soldi dallo Stato spostando il baricentro sulla contribuzione volontaria. Una cosa è certa: così non si può andare avanti perché si rischia di aumentare il sentimento, già forte, dell’avversione verso la classe dirigente. Antipolitica, insomma.

Quello del finanziamento è quindi uno dei grandi temi dell’agenda politica da affrontare con urgenza. Il dibattito è acceso, comprendendo chi, come la Lega nord della “nuova” era post Bossi-Belviso punta a un risanamento della propria immagine annunciando di rinunciare alla prossima tranche dei rimborsi elettorali. Insieme a posizioni “ardite” ardite come quella di Futuro e libertà che chiede lo storno di quei fondi verso la spesa sociale c’è la contrarietà ufficiale del Partito democratico.

A piegare la linea del partito di centrosinistra è il segretario Pier Luigi Bersani. Parlando all’appuntamento della corrente di Dario Franceschini a Cortona spiega di non essere assolutamente d’accordo. Quei milioni di euro «servono a tutti quelli che fanno attività politica». Il rischio, secondo Bersani, è che la politica finisca «nelle mani di ereditieri e palazzinari». Un secco no, dunque.
Eppure, dati alla mano, solo una piccola parte di quei finanziamenti viene spesa realmente per sostenere l’attività politica. Lo scrive oggi il Fatto quotidiano spiegando che di quei 200 milioni di rimborsi ai circoli del Pd sul territorio non arriva quasi nulla. E se non è attraverso le sezioni come viene organizzata l’attività politica. Tutto resta al centro, vale per il Pd come per gli altri partiti, con il rischio che ci possa essere una Tanzania per tutti.

Tra i contrari al superamento del dispendioso sistema attuale c’è anche l’Udc di Casini che prova a spiegare la sua cautela in questo modo: «Rinuncia di solito chi ha dei soldi in eccedenza e magari ha provveduto in altro modo a procurarsene». Più defilato ma non molto in disaccordo il Pdl: nasce così il progetto di legge firmato dai tre leader.



I NOSTRI BLOGGER

Foad Aodi - Eugenio Balsamo - Stefania Barzini - Stefano Basilico - Alessandro Bortolotti - Luca Borghini - Nuccio Bovalino - Maurizio Boscarol - Paola Bottero - Marco Brando - Federico Brusadelli - Emanuele Capoano - Massimiliano Caramazza - Massimo Carletti - Giorgio Cavagnaro - Giovanni Choukhadarian - Alessandro Carbone - Alessandro Carmignani - Fabio Chiusi - Federica Colonna - Fiorello Cortiana - Giovanni Coletta - Giuliano Compagno - Giuseppe Cecere - Ugo Maria Chirico - Giuseppe Ciraolo - Barbara Ciabò - Umberto Croppi - Giovanni Decaro - Fortunata Dell'Orzo - Francesco De Palo - Alfredo De Vuono - Leonardo D'Imporzano - Valeria Ercoli - Adriano Falanga- Caterina Filesi - Paolo Fini - Costanza Firrao - Christian Francia - Salvatore Francone - Marcello Frigeri - Tonia Garofano - Andrea Giorgio - Violetto Gorrasi - Fabio Granata - Andrea Grasso - Marco Iacona - Fabio Invernici - Vito Kahlun - Luciano Lanna - Fabio Lazzari - Loris Lazzaro - Manlio Lilli - Francesco Linguiti - Riccardo Lo Monaco - Cristian Lucci - Matteo Maltinti - Giuseppe Mancini - Gaetano Marolla - Maurizio Miceli - Marco Mitrugno - Mirko Montuori - Angela Napoli - Giovanna Nuvoletti - Francesco Onorato - Carmelo Palma - Francesca Papasergi - Lina Pasca - Andrea Pedrana - Luca Antonio Pepe - Flavia Perina - Emanuela Perinetti Casoni - Stefano Poma - Giorgio Puppi - Daniele Priori - Miro Renzaglia - Alessandro Rimassa - Dario Risuglia - Francesco Rosati - Giorgio Rosponi - Filippo Rossi - Roberto Sassi - Emiliano Sbaraglia - Gabriele Scarfone - Stefano Schiavi - Marco Scialdone - Maria Beatrice Scibetta - Pier Paolo Segneri- Giacomo Semeraro - Piero Signani - Matteo Soraci - Riccardo Spotorno - Andrea Tafini - Annalisa Terranova - Alessandro Venzano - Andrea Verde - Lina Urbani - Sergio Talamo - Luigi Tozzi