Tue10212014

Back POLITICA Politica Fini: «Non demonizziamo il voto a Grillo
E serve subito una nuova legge elettorale»

Fini: «Non demonizziamo il voto a Grillo
E serve subito una nuova legge elettorale»

alt
alt
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

«La politica o è progetto e visione del futuro, o è solo - e rubo l'espressione usata dall'ex presidente del Consiglio - teatrino della politica. E al teatrino i cittadini hanno dimostrato di rispondere in un solo modo: con il rifiuto». Gianfranco Fini interviene nel corso della prima giornata dei seminari di Libertiamo (associazione presieduta da Benedetto Della Vedova), a Saronno, e mettendo in guardia i cronisti che si aspettano qualche sua battuta sul terzo polo, mette in guardia anche il "palazzo". Il mondo è cambiato, la società ormai «si auto-organizza» e le «forme di partecipazione classiche (i partiti, i sindacati) sono crollate, sostituite da nuovi corpi intermedi». Dunque per vincere la sfida dei populismi e dell'antipolitica estremista serve ricorrere a «nuove forme di partecipazione».

Ci sono sfide epocali che il mondo politico non può affrontare «usando lo specchietto retrovisore ma i fari», abbandonando le proprie «coperte di Linus di destra o di sinistra» e cercando uno «spirito trasversale che rielabori le vecchie categorie». Insomma, ammonisce il presidente della Camera, «vanno sciolti molti nodi: inutile chiudersi nel castello delle certezze...». Un po' come con le presunte "rotture finiane", che - dice lui stesso - sono stati «solo tentativi di rielaborazione» di una storia politica.

Via i paraocchi, dunque. Anche perché l'azione del governo Monti (merito a chi lo sostiene, sottolinea Fini) dimostra che la vera linea di "faglia" «non è tra moderati ed estremisti o radicali, ma tra innovatori e conservatori. E per conservatori - spiega Fini - non intendo quelli del manifesto di Prezzolini, ma i difensori dello status quo».

Ecco alcune linee guida: un'Europa più forte sul piano internazionale; un nuovo mercato del lavoro; attenzione alla scuola pubblica. Compresa una chiara apertura sulla «necessità di inserire nella legislazione italiana una normativa che riconosca le unioni anche tra persone dello stesso sesso, in nome del rispetto della dignità umana».

Nonostante la "promessa iniziale", c'è una riflessione sull'attuale quadro politico. Su Grillo, «il cui successo non va demonizzato, perché è comunque un voto espresso, certamente meglio dell'astensionismo». E ora «la politica non faccia l'errore di rompere il termometro anziché guarire la febbre...». Un esempio su tutti: «Se non cambiamo questa legge elettorale, vorrà dire che avremo perso l'ultima occasione di presentarci agli elettori con dignità». Insomma «ridiamo al cittadino il diritto di scegliersi il suo rappresentante, e manteniamo un impianto maggioritario per evitare esiti di frammentazione alla greca». 

 

 



I NOSTRI BLOGGER

Foad Aodi - Eugenio Balsamo - Stefania Barzini - Stefano Basilico - Alessandro Bortolotti - Luca Borghini - Nuccio Bovalino - Maurizio Boscarol - Paola Bottero - Marco Brando - Federico Brusadelli - Emanuele Capoano - Massimiliano Caramazza - Massimo Carletti - Giorgio Cavagnaro - Giovanni Choukhadarian - Alessandro Carbone - Alessandro Carmignani - Fabio Chiusi - Federica Colonna - Fiorello Cortiana - Giovanni Coletta - Giuliano Compagno - Giuseppe Cecere - Ugo Maria Chirico - Giuseppe Ciraolo - Barbara Ciabò - Umberto Croppi - Giovanni Decaro - Fortunata Dell'Orzo - Francesco De Palo - Alfredo De Vuono - Leonardo D'Imporzano - Valeria Ercoli - Adriano Falanga- Caterina Filesi - Paolo Fini - Costanza Firrao - Christian Francia - Salvatore Francone - Marcello Frigeri - Tonia Garofano - Andrea Giorgio - Violetto Gorrasi - Fabio Granata - Andrea Grasso - Marco Iacona - Fabio Invernici - Vito Kahlun - Luciano Lanna - Fabio Lazzari - Loris Lazzaro - Manlio Lilli - Francesco Linguiti - Riccardo Lo Monaco - Cristian Lucci - Matteo Maltinti - Giuseppe Mancini - Gaetano Marolla - Maurizio Miceli - Marco Mitrugno - Mirko Montuori - Angela Napoli - Giovanna Nuvoletti - Francesco Onorato - Carmelo Palma - Francesca Papasergi - Lina Pasca - Andrea Pedrana - Luca Antonio Pepe - Flavia Perina - Emanuela Perinetti Casoni - Stefano Poma - Giorgio Puppi - Daniele Priori - Miro Renzaglia - Alessandro Rimassa - Dario Risuglia - Francesco Rosati - Giorgio Rosponi - Filippo Rossi - Roberto Sassi - Emiliano Sbaraglia - Gabriele Scarfone - Stefano Schiavi - Marco Scialdone - Maria Beatrice Scibetta - Pier Paolo Segneri- Giacomo Semeraro - Piero Signani - Matteo Soraci - Riccardo Spotorno - Andrea Tafini - Annalisa Terranova - Alessandro Venzano - Andrea Verde - Lina Urbani - Sergio Talamo - Luigi Tozzi