Sat08022014

Back POLITICA Politica La guerra nella Lega è appena iniziata
Bobo Maroni vuole tutto e subito...

La guerra nella Lega è appena iniziata
Bobo Maroni vuole tutto e subito...

alt
alt
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Renzo Bossi si è dimesso dal consiglio regionale della Lombardia, per «senso di responsabilità» e per «evitare altri attacchi a mio padre», «pur non essendo indagato». Almeno per ora, però. Perché le rivelazioni del suo autista e guardaspalle potrebbero indurre la magistratura a maggiori riflessioni su di lui. È emerso, difatti, che il suo aiutante prelevava di continuo denaro dal conto corrente della Lega per le necessità quotidiane del figlio dell’ex leader leghista.

Una decisione, quella di lasciare il Pirellone, arrivata mentre l’ira della base è ai massimi livelli e darà una prova del suo umore proprio oggi. A Bergamo è stata organizzata la manifestazione "dell'orgoglio leghista". Sarà in quella sede che i militanti avranno le loro risposte. È quanto garantito da Roberto Maroni che ieri ha voluto far sentire la sua voce su Facebook: «Venite a Bergamo e avrete le risposte. Pulizia pulizia pulizia, mi sono francamente rotto di Cerchi Magici e Culi Nudi», sapendo di intercettare le richieste di una buona parte dell’elettorato e della militanza leghista.

Nel frattempo la riflessione continua anche all’interno del partito, in modo più disteso dopo l’addio di Umberto Bossi. E proprio una sua fedelissima potrebbe essere la prima a farne le spese. Le dimissioni di Rosy Mauro dalla vicepresidenza del Senato? «Opportune» secondo Roberto Calderoli. Sfodera un commento “puramente leghista”, invece, Daniele Belotti: «Chi si è comportato così non merita di stare nel movimento. Se qualcuno si è approfittato della sensibilità e dall'impegno dei militanti come pare abbia fatto la vicepresidente del Senato pugliese – e sottolineo pugliese – della Lega è bene che si dimetta».

Ma il tema principale resta quello della futura leadership del Carroccio. E su questo ci sarà una guerra seria al suo interno. Il “triumvirato” Maroni, Calderoli e Dal Lago potrebbe decidere di anticipare il congresso del partito già fissato per il prossimo autunno. Le assisi del Carroccio, in questa eventualità, si svolgerebbero prima dell'estate, subito dopo le elezioni amministrative del 6 maggio. È in quella occasione che si eleggerà il nuovo segretario, ruolo a cui aspira Maroni ma che potrebbe vedere in lizza anche Luca Zaia, governatore del Veneto, nonostante le smentite dei giorni scorsi e che ora sembrano diradarsi. In molti all’ex ministro dell’Interno contestano il suo silenzio sull’andazzo della Lega degli ultimi anni. «Dov’era durante la grande abbuffata? Perché non parlava?», commentano dalla base e all’interno del partito.



I NOSTRI BLOGGER

Foad Aodi - Eugenio Balsamo - Stefania Barzini - Stefano Basilico - Alessandro Bortolotti - Luca Borghini - Nuccio Bovalino - Maurizio Boscarol - Paola Bottero - Marco Brando - Federico Brusadelli - Emanuele Capoano - Massimiliano Caramazza - Massimo Carletti - Giorgio Cavagnaro - Giovanni Choukhadarian - Alessandro Carbone - Alessandro Carmignani - Fabio Chiusi - Federica Colonna - Fiorello Cortiana - Giovanni Coletta - Giuliano Compagno - Giuseppe Cecere - Ugo Maria Chirico - Giuseppe Ciraolo - Barbara Ciabò - Umberto Croppi - Giovanni Decaro - Fortunata Dell'Orzo - Francesco De Palo - Alfredo De Vuono - Leonardo D'Imporzano - Valeria Ercoli - Adriano Falanga- Caterina Filesi - Paolo Fini - Costanza Firrao - Christian Francia - Salvatore Francone - Marcello Frigeri - Tonia Garofano - Andrea Giorgio - Violetto Gorrasi - Fabio Granata - Andrea Grasso - Marco Iacona - Fabio Invernici - Vito Kahlun - Luciano Lanna - Fabio Lazzari - Loris Lazzaro - Manlio Lilli - Francesco Linguiti - Riccardo Lo Monaco - Cristian Lucci - Matteo Maltinti - Giuseppe Mancini - Gaetano Marolla - Maurizio Miceli - Marco Mitrugno - Mirko Montuori - Angela Napoli - Giovanna Nuvoletti - Francesco Onorato - Carmelo Palma - Francesca Papasergi - Lina Pasca - Andrea Pedrana - Luca Antonio Pepe - Flavia Perina - Emanuela Perinetti Casoni - Stefano Poma - Giorgio Puppi - Daniele Priori - Miro Renzaglia - Alessandro Rimassa - Dario Risuglia - Francesco Rosati - Giorgio Rosponi - Filippo Rossi - Roberto Sassi - Emiliano Sbaraglia - Gabriele Scarfone - Stefano Schiavi - Marco Scialdone - Maria Beatrice Scibetta - Pier Paolo Segneri- Giacomo Semeraro - Piero Signani - Matteo Soraci - Riccardo Spotorno - Andrea Tafini - Annalisa Terranova - Alessandro Venzano - Andrea Verde - Lina Urbani - Sergio Talamo - Luigi Tozzi