Sun12212014

Back POLITICA Politica La politica italiana non sarà più la stessa?
Ecco come nascerà il partito riformatore

La politica italiana non sarà più la stessa?
Ecco come nascerà il partito riformatore

alt
alt
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

«Nulla sarà come prima». Parole di qualche leader politico che hanno accompagnato la nascita del governo Monti. Lo aveva spiegato Gianfranco Fini, lo abbiamo sentito dire anche da Pier Ferdinando Casini. La crisi del debito, la guerra dei mercati e un paese da rimettere in sesto: presupposti di un necessario restyling delle relazioni industriali, dell’economia, come anche della politica nazionale e dei partiti. In un’estate per forza di cose elettrica sul piano politico piombano le prime indiscrezioni sul paese che verrà. Tutto è ancora in movimento, ma c’è chi parla di un cammino ormai segnato per una parte delle forze politiche.

I movimenti che attraversano l’arco costituzionale stanno giungendo a finalizzazione. È quanto spiega Carmelo Lopapa su Repubblica, parlando di una road map che conduce dritta dritta a un nuovo grande soggetto politico. Viene definita «cosa bianca», in ricordo di un centro espressione di una precedente fase politica, ma è qualcosa di più. È quel «baricentro» di cui ha parlato Casini in questi giorni? Cioè il cuore dell’esperienza montiana che Europa, mercati e comunità internazionale auspicano anche per il 2013.

Un nuovo soggetto politico, insomma, in grado di coinvolgere quei settori che si sono dimostrati più leali e collaborativi verso l’esecutivo del Professore, aprendo, spiega il quotidiano diretto da Ezio Mauro, «a forze esterne, finora rimaste in tribuna ma mature per il grande salto». E fa nomi e cognomi: «Ex leader confindustriali come la Marcegaglia, Luca Cordero di Montezemolo, i vertici di associazioni e sindacati di area cattolica, dal segretario Cisl Bonanni al presidente delle Acli, Andrea Oliviero». Vengono allora alla mente le parole di Fini all’assemblea nazionale di Fli, a fine giugno, quando ha parlato di apertura al mondo dell’associazionismo e a tutte quelle menti della società civile e produttiva intenzionate a contribuire alla rinascita del paese. E, si legge, lo stesso Fini, farebbe parte della cabina di regia con Casini e Beppe Pisanu. Insieme, dunque, per tracciare questa road map che coinvolgerebbe, in seguito, pezzi dell’esecutivo come i ministri Passera e Riccardi.

Come e quando: il primo appuntamento è quello di settembre. Dal 7 al 9 Pier Ferdinando Casini, a Chianciano, ufficializzerà lo scioglimento dell’Udc lanciando con il presidente della Camera il nuovo soggetto politico. Con la conseguenza che anche Futuro e libertà sarà cosa superata. Occhi dunque puntati sull’adunanza chiamata da Fini per il 30 settembre. Quel giorno si riuniranno i Mille per l’Italia che, probabilmente, saranno i traghettatori della creatura finiana verso il nuovo contenitore che, azzarda Lopapa, nascerà a novembre. E che, specifica Benedetto Della Vedova, non sarà una federazione, ma un’entità unitaria. Vestiranno i panni di soci anche Italia Futura di Montezemolo e una eventuale lista Monti di cui si parla ultimamente.



I NOSTRI BLOGGER

Foad Aodi - Eugenio Balsamo - Stefania Barzini - Stefano Basilico - Alessandro Bortolotti - Luca Borghini - Nuccio Bovalino - Maurizio Boscarol - Paola Bottero - Marco Brando - Federico Brusadelli - Emanuele Capoano - Massimiliano Caramazza - Massimo Carletti - Giorgio Cavagnaro - Giovanni Choukhadarian - Alessandro Carbone - Alessandro Carmignani - Fabio Chiusi - Federica Colonna - Fiorello Cortiana - Giovanni Coletta - Giuliano Compagno - Giuseppe Cecere - Ugo Maria Chirico - Giuseppe Ciraolo - Barbara Ciabò - Umberto Croppi - Giovanni Decaro - Fortunata Dell'Orzo - Francesco De Palo - Alfredo De Vuono - Leonardo D'Imporzano - Valeria Ercoli - Adriano Falanga- Caterina Filesi - Paolo Fini - Costanza Firrao - Christian Francia - Salvatore Francone - Marcello Frigeri - Tonia Garofano - Andrea Giorgio - Violetto Gorrasi - Fabio Granata - Andrea Grasso - Marco Iacona - Fabio Invernici - Vito Kahlun - Luciano Lanna - Fabio Lazzari - Loris Lazzaro - Manlio Lilli - Francesco Linguiti - Riccardo Lo Monaco - Cristian Lucci - Matteo Maltinti - Giuseppe Mancini - Gaetano Marolla - Maurizio Miceli - Marco Mitrugno - Mirko Montuori - Angela Napoli - Giovanna Nuvoletti - Francesco Onorato - Carmelo Palma - Francesca Papasergi - Lina Pasca - Andrea Pedrana - Luca Antonio Pepe - Flavia Perina - Emanuela Perinetti Casoni - Stefano Poma - Giorgio Puppi - Daniele Priori - Miro Renzaglia - Alessandro Rimassa - Dario Risuglia - Francesco Rosati - Giorgio Rosponi - Filippo Rossi - Roberto Sassi - Emiliano Sbaraglia - Gabriele Scarfone - Stefano Schiavi - Marco Scialdone - Maria Beatrice Scibetta - Pier Paolo Segneri- Giacomo Semeraro - Piero Signani - Matteo Soraci - Riccardo Spotorno - Andrea Tafini - Annalisa Terranova - Alessandro Venzano - Andrea Verde - Lina Urbani - Sergio Talamo - Luigi Tozzi