Fri09192014

Back Primo piano Grillo & Co:
twitter, politici
e polemiche.
Quante banalità...

Grillo & Co:
twitter, politici
e polemiche.
Quante banalità...

alt
di Federica Colonna - Banalità.  Ecco la sostanza delle critiche a Beppe Grillo e ai falsi  follower. Secondo la ricerca condotta dal professore dello Iulm Marco Carmisani Calzolari, infatti, tra i 600mila profi li Twitter che seguono il leader del Movimento 5 Stelle la metà sarebbero falsi. Ecco i numeri snocciolati dal docente, già autore di una indagine simile relativa, però, alle aziende: 327.373 fan di Grillo, cioè il 54,5%, sono utenti fi nti, corrispondenti a profi li Bot, generati automaticamente, i quali non hanno comportamenti umani. 164.751  follower, invece, il 27,4% del totale, corrispondono a persone vere, attive su Twitter. Il 6,3%, invece, è composto da account protetti, le cui attività non sono cioè analizzabili, e l’11,6% è di profi li incerti, dal comportamento, cioè, non defi nibile.
 
Nasce dai dati una inutile querelle: da una parte gli sciocchi Savonarola della politica 2.0 (o, per essere ancora più cool, 3.0) scandalizzati dalla falsità dei profi li, dall’altra il comico che coglie la palla al balzo per sfoggiare il solito pugno duro (minaccia di querela e lancia la sciocca accusa all’autore della ricerca di essere uno spesato da Berlusconi). Sbagliano entrambi.Gli accusatori, per primi, fi ngendosi esperti e tutori del dialogo digitale dimostrano, invece, di non capire Twitter. Non sanno di cosa si tratti. Forse non lo usano. È usuale, infatti, anche se non documentata con precisione ma sperimentabile attraverso la frequentazione del social network, la presenza di account falsi tra i follower dei profi li più seguiti. Grillo non fa eccezione.
 
E i suoi reali e attivi 164.751  follower sono, comunque, parecchi. Sbaglia, poi, Grillo. Perché cade nel tranello della piccola bagarre, sfi orando il ridicolo cui è uso.La sostanza è questa: solo per citare alcuni leader, Bersani ha 126.028 follower, Alfano 29.831, Casini 62.017. Sempre meno, quindi, di Grillo. Senza contare, ovvio, i Bot nascosti tra gli umani.
 
Twitter@Fedecolonna


I NOSTRI BLOGGER

Foad Aodi - Eugenio Balsamo - Stefania Barzini - Stefano Basilico - Alessandro Bortolotti - Luca Borghini - Nuccio Bovalino - Maurizio Boscarol - Paola Bottero - Marco Brando - Federico Brusadelli - Emanuele Capoano - Massimiliano Caramazza - Massimo Carletti - Giorgio Cavagnaro - Giovanni Choukhadarian - Alessandro Carbone - Alessandro Carmignani - Fabio Chiusi - Federica Colonna - Fiorello Cortiana - Giovanni Coletta - Giuliano Compagno - Giuseppe Cecere - Ugo Maria Chirico - Giuseppe Ciraolo - Barbara Ciabò - Umberto Croppi - Giovanni Decaro - Fortunata Dell'Orzo - Francesco De Palo - Alfredo De Vuono - Leonardo D'Imporzano - Valeria Ercoli - Adriano Falanga- Caterina Filesi - Paolo Fini - Costanza Firrao - Christian Francia - Salvatore Francone - Marcello Frigeri - Tonia Garofano - Andrea Giorgio - Violetto Gorrasi - Fabio Granata - Andrea Grasso - Marco Iacona - Fabio Invernici - Vito Kahlun - Luciano Lanna - Fabio Lazzari - Loris Lazzaro - Manlio Lilli - Francesco Linguiti - Riccardo Lo Monaco - Cristian Lucci - Matteo Maltinti - Giuseppe Mancini - Gaetano Marolla - Maurizio Miceli - Marco Mitrugno - Mirko Montuori - Angela Napoli - Giovanna Nuvoletti - Francesco Onorato - Carmelo Palma - Francesca Papasergi - Lina Pasca - Andrea Pedrana - Luca Antonio Pepe - Flavia Perina - Emanuela Perinetti Casoni - Stefano Poma - Giorgio Puppi - Daniele Priori - Miro Renzaglia - Alessandro Rimassa - Dario Risuglia - Francesco Rosati - Giorgio Rosponi - Filippo Rossi - Roberto Sassi - Emiliano Sbaraglia - Gabriele Scarfone - Stefano Schiavi - Marco Scialdone - Maria Beatrice Scibetta - Pier Paolo Segneri- Giacomo Semeraro - Piero Signani - Matteo Soraci - Riccardo Spotorno - Andrea Tafini - Annalisa Terranova - Alessandro Venzano - Andrea Verde - Lina Urbani - Sergio Talamo - Luigi Tozzi